Controllo del mercato continuo

Tenere sotto controllo l’andamento del mercato è un’operazione delicata che richiede sistemi responsivi in grado di aggiornarsi in maniera semplice e intuitiva. Questo specialmente nel caso in cui si concretizzi il progetto del mercato continuo per le sessioni infragiornaliere.

L’attuazione di un mercato continuo presenta sia difficoltà, come ad esempio la gestione nei mercati di dispacciamento delle modifiche continue alla produzione di energia, sia opportunità, come allinearsi al mercato europeo e potervi quindi partecipare sempre di più.

Possiamo utilizzare Artesian per semplificare questa operazione: ecco tutti i passaggi e i risultati ottenuti.

Obiettivo

Utilizzare Artesian per creare un grafico dei prezzi di mercato della zona NORD per tenere sotto controllo gli esiti delle varie sessioni

I dati di riferimento sono quelli pubblicati dal sito del GME.

Per prima cosa accedo al mio account Artesian e seleziono i market data che mi servono attraverso gli strumenti a mia disposizione:

  1. Ricerca per classificazione, scegliendo il provider GME.
  2. Ricerca testuale, cercando parte del nome del market data che mi interessa.
  3. Procedo a selezionare quindi il market data individuata per l’attività.

Iterando questa operazione per i vari market data di mio interesse completo tutte le selezioni necessarie e verifico come da immagine che non abbia commesso errori nella selezione dei market data:

Procediamo con l’analisi

L’estrazione sarà configurata come da immagine di seguito, con i seguenti parametri:

  1. Il range di date è settato in maniera dinamica, definendo un periodo di 8 giorni corrispondente a 7 giorni nel passato e uno nel futuro. Questo mi permetterà di avere una visione sempre aggiornata dei miei dati.
  2. La granularità dell’estrazione sarà oraria.
  3. Scarico il file Excel premendo sul tasto “Download Excel”, richiedendo i dati già pivotati per market data name.

Una volta scaricato il file ci sarà sufficiente:

  • Aggiornare i dati dell’Excel (previa autenticazione).
  • Generare il grafico nel modo a me più congeniale.

 

Ottenendo un grafico simile a quanto presente sotto:

L’automazione

A questo punto siamo in grado di avere una visione costantemente aggiornata dei dati del GME, perchè ogni qualvolta lo riteniamo opportuno è sufficiente premere sul pulsante Aggiorna per avere sempre le ultime informazioni disponibili nella nostra visualizzazione.

Basta eseguire l’operazione una sola volta per poi averla completamente riproducibile e automatizzata nel nostro workflow.

Questo non solo permette di risparmiare tempo, ma permette anche di ridurre al minimo gli errori umani dati dall’eseguire operazioni ripetute su grandi moli di dati o su diversi file Excel. 

Un vantaggio innegabile che ci consente di focalizzarci sull’analisi del dato invece che sulla sua gestione e ottimizzazione.